Il senso concepito del proibito

In questa raccolta di racconti emergono ricordi e analisi del momento vissuto con una chiave di lettura a cui si dà titolo al volume stesso. Le donne sono le protagoniste incontrastate dove il narrarne da protagonista è sinonimo di leale accettazione e rispetto per ognuna. Non figure ma anime carnali dove lo sguardo del narratore si addentra nel concepimento della percezione propria e altrui, sebbene la descrizione materialistica dell’evento appaia lussuriosa. Nel senso concepito del proibito tira una delicata linea di demarcazione attenta, una linea fattibile da oltrepassare o da spostare in avanti nell’innocente segreto di colpevolezza nel provare la smania di farsi ammaliare dal senso percepito dell’osare.