cane_7.jpg

[Questo post è parte di una lista di 5 errori comuni nel self-publishing]

L’autore attendista e apprendista spera che per caso qualcuno nella rete lo noti. L’autore che ha a cuore il proprio libro è notato per causa (sua) dai propri lettori.

Ormai è chiaro che i socialnetwork non sono una perdita di tempo, ma uno strumento di lavoro… vero?

L’autore che si autopubblica deve gestire alcuni (non uno!!) socialnetworks se intende diffondere la propria opera. Questo tipo di attività richiede molte ore di impegno e anche qui… una sufficiente competenza. Non si tratta semplicemente di pubblicare uno status con il link al proprio libro; i risultati arrivano solo se a monte c’è un buon lavoro di promozione.

Segue un piccolo elenco di cose che potresti non saper fare con i socialnetworks anche se li usi ormai da dieci anni:

Fare pubblicità

Promuovere il proprio libro su Facebook, per esempio, costa minimo 1 euro al giorno. Se sei disposto a spendere questa cifra puoi raggiungere un pubblico molto specifico e ottenere le desiderate vendite.

Sarà necessario fare alcune prove prima di comprendere bene le dinamiche della promozione sui social…

Programmare gli status

Non è affatto indifferente l’orario di pubblicazione dei post sui social. Proprio perché il flusso di informazioni su queste piattaforme è intenso e costante, l’obiettivo dell’autore sarà quello di pubblicare il proprio messaggio nel momento in cui la maggior parte del proprio pubblico è online. Ripeto: vietato pubblicare immediatamente!!

Gestire contemporaneamente più socialnetwork

Esistono strumenti molto interessanti che consentono di gestire diversi social contemporaneamente, con un unico click. Consiglio Hootsuite, ma esistono altri programmi che svologono lo stesso compito. Si tratta di strumenti indispensabili in quanto non solo consentono di risparmiare molte ore al computer, ma sono inoltre in grado di dare informazioni importantissime sulle statistiche degli amici o dei followers e di controllare che la pubblicazione dei contenuti sulle varie piattaforme raggiunga il più vasto pubblico possibile. Assolutamente da provare per chi non ce l’ha.

Controllare le statistiche

Conosci il tuo pubblico se hai un messaggio da lanciare, o un libro.

Queste utilissime informazioni statistiche (ogni social le mette a disposizione) sono molto importanti sia nella scelta dei contenuti da pubblicare (devono essere interessanti per quel pubblico) sia per la redazione eventualmente della prossima opera: l’autore ha maggiori possibilità di attirare la curiosità del lettore se conosce già le sue preferenze.

5 errori comuni nel self-publishing

auguste_toulmouche-vanity11. Concentrarsi sui propri interessi e preferenze


shutterstock_344245511-640x42412. Evitare l’editing del manoscritto (o farlo da sé)


book-855708_960_7203. Poca cura della confezione editoriale


OLYMPUS DIGITAL CAMERA

4. Non saper utilizzare i socialnetworks


SONY DSC

5. Non saper organizzare promozione e distribuzione

promo_m

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...